Car pooling aziendale: dividere l’auto per risparmiare e aiutare l’ambiente

Condividere il tragitto casa-lavoro per abbattere i costi, le emissioni e, perché no, rafforzare i legami tra le persone: questi in sintesi i vantaggi del car pooling, una pratica che si sta diffondendo sempre più anche in Italia e che non favorisce solo i dipendenti ma dà anche una mano all’ambiente.

Lo confermano i dati che emergono dal Rapporto sulla Mobilità Sostenibile Aziendale 2018 elaborato da Jojob, uno tra i servizi più accreditati che offrono alle aziende uno strumento di welfare dal punto di vista della mobilità. Lo scorso anno sono state infatti circa 420 le tonnellate di CO2 risparmiate percorrendo la tratta casa-lavoro in car pooling.

E a Jojob si è rivolta anche Fonderie di Montorso per promuover questa iniziativa che si inserisce tra le diverse attività che l’azienda mette in campo quale responsabilità verso il territorio e nel contempo a beneficio dei propri dipendenti.

“Volevamo un partner affidabile ed esperto, che offrisse la possibilità di creare una rete interaziendale – spiega il mobility manager di Fonderie Montorso Nicola Cocchia -. Abbiamo acquistato uno spazio dedicato a Fonderie di Montorso sulla piattaforma Jojob e in questo modo tutti i nostri dipendenti – sia quelli dello stabilimento di Montorso sia quelli di Crevalcore – hanno la possibilità di accedere con un proprio account e inserire il proprio tragitto. A questo punto è il logaritmo a fornire loro i contatti più utili tra tutti gli iscritti, quelli dei colleghi che abitano vicino o sul loro tragitto, ma anche dipendenti di aziende limitrofe con cui accordarsi sui passaggi”.

Il meccanismo è semplice, ma per poter usufruire al meglio del servizio Fonderie di Montorso ha fatto anche formazione ai suoi dipendenti.

Non solo. Per incoraggiare questo comportamento virtuoso, l’azienda premia i campioni del car pooling che ogni tre mesi utilizzeranno maggiormente il sistema, che infatti certifica i chilometri condivisi creando una classifica. I primi 25 a centrare l’obiettivo si divideranno un montepremi in buoni d’acquisto del valore di 1.000 euro. L’iniziativa è partita a luglio e per il primo trimestre ci sono già due campioni: Fabio Zanfino e Raimondo Boriello.

“L’esperienza – raccontano Fabio e Raimondo –  è stata ampiamente positiva sia dal punto di vista umano, in quanto il viaggio in macchina porta ad una maggiore conoscenza dei colleghi, sia dal punto di vista dell’ottimizzazione logistica degli spostamenti e della migliore gestione degli spazi di parcheggio. Il disagio derivante dal dover allungare il tragitto per caricare i colleghi è ampiamente ricompensato dal piano incentivi che prevede una serie di buoni di taglio variabile in base al punteggio raggiunto. Sicuramente una nobile iniziativa da promuovere e incentivare”.

Chi saranno i prossimi campioni?
 

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.

UA-56836682-1