Tecnologia e investimenti a servizio dell’ambiente

Si è concluso in queste settimane il progetto che Fonderie di Montorso ha messo in atto nel corso del 2017 per implementare ulteriormente l’assetto impiantistico ambientale dello stabilimento di Montorso Vicentino.

Si tratta di un investimento di 750.000 euro con l’obiettivo di potenziare la captazione dei fumi in ambiente di lavoro. Con gli interventi programmati si passa ad una capacità di trattamento da parte dei sistemi di abbattimento aziendali indicativamente da 440.000 a 620.000 metri cubi per ora.

Questi sono numeri significativi che vanno al di là della semplice applicazione delle normative in materia.

Il progetto ha interessato nel dettaglio tre fronti di intervento:

  • Zona avanforni: a completamento dell’attuale captazione generalizzata della zona avanforni, sono state create una serie di cappe puntuali dotate di bracci telescopici per ridurre al minimo le dispersioni. Sul forno di colata dell’impianto Mecfond, è stato invece ripensato il sistema di captazione dei fumi derivanti dalla fase di travaso da siviera a forno di colata e del punto di colata in staffa, dotandolo di un automatismo che consente il funzionamento alternato tra le due cappe. Queste nuove calate e rivisitazioni convogliano ad un nuovo impianto di abbattimento e aspirazione, massimizzando inoltre l’efficacia di aspirazione dell’impianto già esistente che riuscirà quindi a prendere gli eventuali fumi che sfuggono al nuovo sistema.
  • Compartimentazione delle bocche di carica del cubilotto: allo scopo di catturare le eventuali fuoriuscite di fumi è stata creata una compartimentazione attorno alle bocche di carica collegate al nuovo impianto di abbattimento e aspirazione.
  • Ulteriore nuovo impianto di aspirazione e abbattimento a servizio della linea Mecfond. L’intero impianto di formatura e di raffreddamento è stato “rivestito” da una compartimentazione, “ritagliata e cucita” su misura servita appunto dal nuovo impianto. Questo intervento ha consentito un notevole miglioramento della qualità dell’aria nell’ambiente di lavoro ed un efficace abbattimento delle polveri.

Con lo stesso scopo sono poi stati portati a compimento da inizio anno altri interventi, quali :

  • Parzializzazione delle bocche di carico tramite l’installazione di un portello a ghigliottina che chiude in parte la bocca, coordinandosi con il sistema di caricamento. Tale intervento riduce la possibilità di fuoriuscita di fumi dalla bocca di carico stessa ed allo stesso tempo mantiene più costanti le temperature.
  • Installazione di speciali sensori nei forni a cubilotto atti a leggere puntualmente l’altezza della carica al loro interno, per governare al meglio il loro funzionamento.

Altri interventi degni di menzione per il miglioramento ambientale, sono: la sostituzione dei motori dei circuiti di raffreddamento dotati ora di inverter e la sostituzione della torre evaporativa a servizio dei forni elettrici con una ad alta efficienza e più silenziosa.

Ognuna di queste azioni è stata attentamente studiata per conciliare il raggiungimento dell’obiettivo del progetto con quello del risparmio energetico. Un aspetto, quest’ultimo, che vede Fonderie di Montorso fortemente impegnata e non a caso già avviata al conseguimento della Certificazione Energetica ISO 50001.

You may also like

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.
UA-56836682-1